Sicurezza sul lavoro: quale sono gli attuali obblighi formativi e quelli in arrivo

06/08/2022 in Lavoro

L’accordo della Conferenza Stato-Regioni, atteso entro lo scorso 30 giugno, deve dare attuazione a nuovi obblighi formativi, in materia di sicurezza sul lavoro, per il preposto alla sicurezza, per il datore di lavoro, nonchè una rivisitazione dell’apparato formativo per i lavoratori e i dirigenti. In attesa dell’emanazione, le imprese sono quindi alle prese con il rispetto della normativa attualmente in vigore ma con uno sguardo già al futuro in merito alle misure da approntare non appena saranno operative le nuove regole. Come possono e devono organizzarsi i datori di lavoro?

Leggi news completa  

Gestione del rapporto di lavoro: dal periodo di prova alla formazione. Quali novità

06/08/2022 in Lavoro

Oltre ai nuovi obblighi informativi il decreto Trasparenza è intervenuto sulla gestione dei lavoratori. In particolare, per il periodo di prova è prevista una durata non superiore a 6 mesi e la proporzionalità in relazione alla durata del contratto stesso ed alle mansioni. E’ inoltre possibile, per il lavoratore che ha completato il periodo di prova, chiedere per iscritto che gli venga riconosciuta una forma di lavoro con condizioni più prevedibili, sicure e stabili. Il datore di lavoro privato non può, inoltre, impedire al lavoratore di svolgere un’altra attività lavorativa, al di fuori della programmazione concordata. La formazione obbligatoria dovrà essere erogata gratuitamente ed essere svolta, possibilmente, durante l’orario ordinario di lavoro.

Leggi news completa  

Perché anche i managers devono tornare a scuola, di sostenibilità

06/08/2022 in Lavoro

Negli ultimi anni si è registrata una grande attenzione delle istituzioni europee sui temi della sostenibilità delle imprese, anche attraverso la proposta di adozione di due direttive che attengono alla redazione del bilancio societario, ora arricchito dalle informazioni non finanziarie, e all’obbligo di vigilanza, che incombe sui vertici societari. Diventa, pertanto, necessario valutare sino in fondo se le attuali previsioni sulla rilevanza penale delle false comunicazioni sociali non possano essere estese anche alle dichiarazioni non finanziarie. Nello stesso tempo, non si deve dimenticare come si stia registrando una forte ripresa dell’attività di vigilanza amministrativa in tema di lavoro, in particolare nell’ambito della tutela della salute e sicurezza e del contrasto al lavoro sommerso. Ecco perché i managers devono andare a scuola di sostenibilità

Leggi news completa  

Bonus 200 euro: nulla cambia sui criteri di spettanza

05/08/2022 in Lavoro

L’INPS, nel messaggio n. 3099 del 2022, conferma le indicazioni già fornite nella circolare n. 73 del 2022, ribadendo che il periodo di riferimento nel quale verificare il diritto all’esonero, si intende esteso al giorno precedente la pubblicazione della circolare stessa, ovvero il 23 giugno 2022.

Leggi news completa  

Bonus lavoratori fragili: a chi spetta e quando presentare la domanda

05/08/2022 in Lavoro

Con la circolare n. 96 del 2022, l’INPS interviene sul bonus spettante ai lavoratori fragili destinatari durante l’anno 2021 del trattamento si sono assentati dal lavoro nel 2021 per oltre un mese ed hanno superato il limite massimo di assenza indennizzabile per malattia. L’Istituto chiarisce a chi spetta e a quali condizioni può essere presentata la domanda.

Leggi news completa  

Bonus part time verticale: a chi spetta e come richiederlo

05/08/2022 in Lavoro

Con il messaggio n. 3097 del 2022, l’INPS fornisce indicazioni operative per l’erogazione dell’indennità una tantum a favore dei lavoratori a tempo parziale ciclico verticale. L’Istituto specifica le modalità di presentazione della domanda e riepiloga i requisiti di spettanza.

Leggi news completa  

Nulla osta lavoratori extra UE: professionisti in campo per la verifica dei requisiti del datore di lavoro

05/08/2022 in Lavoro

Ai professionisti e alle organizzazioni dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale è affidato il compito di verificare il possesso dei requisiti in capo al datore di lavoro ai fini del rilascio del nulla osta per l’assunzione di lavoratori extra UE. E’ quanto previsto dalla legge di conversione del decreto Semplificazioni, in relazione agli anni 2021 e 2022. La verifica deve riguardare l’osservanza delle prescrizioni del contratto collettivo di lavoro applicabile e la congruità del numero delle richieste presentate rispetto alla capacità economica del datore di lavoro. Inoltre, il soggetto abilitato alla verifica deve acquisire e conservare, per un periodo non inferiore a 5 anni dalla data dell’asseverazione tutta la specifica documentazione. Previste sanzioni penali in caso di false dichiarazioni.

Leggi news completa  

Work life balance: dal 13 agosto nuove tutele per i genitori lavoratori - Infografica

05/08/2022 in Lavoro

Novità dal 13 agosto 2022 per il congedo parentale e il congedo obbligatorio dei padri lavoratori. Previste, inoltre, specifiche sanzioni, amministrative e pecuniarie, in capo ai datori di lavoro che dovessero ostacolarne la fruizione. E’ quanto previsto dal D.Lgs. n. 105 del 2022, attuativo della Direttiva UE 2019/1158. Viene inoltre ripristinato il diritto di precedenza allo smart working per le richieste che arrivano dai lavoratori e dalle lavoratrici con figli o figlie fino a 12 anni di età e a prescindere dall’età in caso di disabilità. Tutte le novità in una infografica.

Leggi news completa  

Congedo parentale e di paternità: cosa cambia per autonomi e dipendenti

04/08/2022 in Lavoro

Nel messaggio n. 3066 del 2022, l’INPS esamina le nuove regole di fruizione del congedo di paternità e parentale spettante ai genitori lavoratori subordinati, iscritti alla gestione separata e autonomi. L’Istituto si sofferma sulle novità e specifica che, a partire dal 13 agosto 2022, i lavoratori possono già presentare richiesta al proprio datore di lavoro o committente con le nuove regole, regolarizzando successivamente la fruizione mediante presentazione della domanda telematica all’INPS.

Leggi news completa