Fattura per prestazioni di servizi: gli obblighi descrittivi sono assolti con il rinvio alla lista riepilogativa

21/01/2020 in Fisco

Nell’ipotesi di fattura elettronica riepilogativa per le prestazioni di servizi è assolto l'onere di individuare la prestazione eseguita, la data di effettuazione e le parti contraenti e quindi gli obblighi descrittivi previsti dal decreto IVA, mediante il rinvio alla lista riepilogativa, che il contribuente può scegliere o meno di allegare al file xml trasmesso allo SdI, salvo però l'obbligo di garantirne la conservazione alternativamente in modalità cartacea o elettronica. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 8 del 21 gennaio 2020.

Leggi news completa  

Incertezza sulle nuove cause esclusione dal regime forfetario: le proposte dell’ODCEC di Milano

21/01/2020 in Fisco

Un lettera da parte dell’ODCEC di Milano al Garante del contribuente della Regione Lombardia per richiedere un intervento sulla nuova causa di esclusione dal regime forfetario per i dipendenti e pensionati che hanno reddito di lavoro o assimilato superiore a 30mila euro. Occorre dichiarare non dovute le sanzioni che potrebbero derivare da un comportamento errato, o servirebbe prevedere un congruo termine di almeno 120 giorni, dopo la pubblicazione delle istruzioni ministeriali, per la regolarizzazione delle posizioni dei contribuenti che dovessero risultare non corrette.

Leggi news completa  

Indennità antitubercolari 2020: aggiornati gli importi

21/01/2020 in Lavoro

Comunicate dall’INPS le variazioni degli importi da corrispondere a titolo di indennità antitubercolari nel 2020. Le indennità sono state aggiornate in base alle percentuali indicate dal decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze del 15 novembre 2019. L’aggiornamento degli importi riguarda anche le indennità giornaliere per gli assicurati contro la tubercolosi e spettanti in misura pari all’indennità di malattia per i primi 180 giorni.

Leggi news completa  

Beni risultanti in deposito non dichiarato: con idonea documentazione non c’è la presunzione di cessione

21/01/2020 in Fisco

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1217 depositata il 21 gennaio 2020, con riferimento all’IVA, ha precisato che la destinazione dei beni in un deposito, non dichiarato, di pertinenza dell’impresa, non dà luogo ad una presunzione di avvenuta cessione, se il passaggio in esso è accompagnato da particolari modalità di tenuta della contabilità, quali bolle, annotazioni in appositi registri, o da comportamenti concludenti tenuti dal contribuente dai quali desumere il luogo di destinazione degli stessi beni.

Leggi news completa  

Detrazione IVA, ANC e Confimi Industria: pronta la denuncia alla Commissione UE

21/01/2020 in Fisco

L’Associazione nazionale dei Commercialisti e Confimi Industria, con nota congiunta del 21 gennaio 2020, rendono nota la volontà di presentare una nuova denuncia alla Commissione UE sulla normativa italiana In tema di detrazione IVA. E’ impensabile, si evidenzia nella nota, che il principio di (retro)imputazione al mese di effettuazione dell’IVA delle fatture ricevute in tempo utile e precisamente entro il 15 del mese successivo possa funzionare solo per 11 mesi su 12. ANC e Confimi fanno presente che si attenderà la conversione del Milleproroghe 2020.

Leggi news completa  

Artigiani e commercianti: in arrivo gli avvisi bonari dall’INPS

21/01/2020 in Lavoro

La Direzione Centrale Entrate dell’INPS, con il messaggio n. 207 del 2020, ha reso noto di aver avviato l’elaborazione degli avvisi bonari riguardanti la rata con scadenza novembre 2019, per i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni Artigiani e Commercianti. Gli avvisi sono consultabili all’interno del Cassetto previdenziale. Ai titolari della posizione contributiva e ai loro intermediari che abbiano fornito, tramite il Cassetto, il proprio indirizzo di posta elettronica, sarà inviata una e-mail informativa.

Leggi news completa  

Rimborsi eseguiti dagli agenti della riscossione: specifiche tecniche per la trasmissione dei dati

21/01/2020 in Fisco

Con provvedimento n. 12517/2020 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito modalità e termini di trasmissione alla Struttura di gestione dei dati relativi ai rimborsi eseguiti dagli agenti della riscossione di somme iscritte a ruolo pagate dal debitore riconosciute indebite. In particolare sono state approvate le specifiche tecniche in base alle quali gli agenti della riscossione trasmettono i dati dei rimborsi eseguiti per ottenere la restituzione delle somme anticipate e quelle per cui la Struttura di gestione comunica agli agenti della riscossione gli estremi identificativi dei mandati di accreditamento disposti in favore degli stessi agenti.

Leggi news completa  

Vendita a distanza: fornitura di software non soggetta a obbligo di comunicazione

21/01/2020 in Fisco

La fornitura di un programma gestionale che consente a soggetti che effettuano le vendite a distanza la creazione e l’utilizzo di negozi on-line, in relazione ai quali il fornitore del programma medesimo non ha titolo per effettuare attività di controllo e supervisione dei beni venduti, né per partecipare all'ordinazione degli stessi, ovvero di svolgere alcuna attività di facilitazione, è esclusa dall'applicazione degli obblighi di comunicazione introdotti dal Decreto Crescita. Lo ha ricordato l’Agenzia delle Entrate con l’emanazione del principio di diritto n. 1 del 21 gennaio 2020.

Leggi news completa  

Corrispettivi: trasmissione telematica esclusa per gli apparecchi da intrattenimento in luoghi pubblici

21/01/2020 in Fisco

I corrispettivi introitati con apparecchi da intrattenimento o divertimento installati in luoghi pubblici o locali aperti al pubblico sono esonerati dall'obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, fermo restando l'obbligo di annotazione delle operazioni nel registro dei corrispettivi. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 9 del 21 gennaio 2020 evidenziando che le cessioni e le prestazioni rese mediante tali apparecchi non sono soggette all'obbligo di certificazione dei corrispettivi.

Leggi news completa  

Corrispettivi: come segnalare una trasmissione errata

21/01/2020 in Fisco

Con una FAQ del 17 gennaio 2020, pubblicata sul portale Fatture e corrispettivi, l’Agenzia delle Entrate illustra la procedura da seguire per segnalare una trasmissione errata dei corrispettivi. In particolare, l’utente deve accedere alla sezione “Monitoraggio delle ricevute dei file trasmessi” del portale Fatture e corrispettivi, risalire alla trasmissione errata, flaggare la casella "Trasmissione anomala" e compilare il campo "Motivazione”. L’Agenzia delle Entrate ricorda che è importante chiamare/scrivere all'installatore per modificare le impostazioni del registratore telematico e liquidare correttamente l'imposta.

Leggi news completa  

Verso la riforma fiscale: aliquote ridotte e taglio delle detrazioni?

21/01/2020 in Fisco

Le legge delega per la riforma fiscale potrebbe arrivare ad aprile 2020. Quattro i principi da attuare: semplificazione e razionalizzazione (a partire dalle detrazioni fiscali), alleggerimento sui redditi bassi e medi, rafforzamento del sostegno alle famiglie e contributo alla transizione ambientale. L’idea di fondo è rappresentata dalla riduzione del numero delle aliquote, da realizzarsi mediante l’accorpamento di alcuni scaglioni di reddito. Se però l’intervento sulle aliquote dovesse essere accompagnato anche da un taglio delle detrazioni, allora difficilmente si realizzerà un effetto di riduzione delle imposte tale da garantire ai contribuenti quell’incremento della somma spendibile necessario a rilanciare l’economia e i consumi e a superare una crisi che oramai dura da troppi anni.

Leggi news completa  

Nelle aziende italiane il Fisco resta ancora il nodo da sciogliere

21/01/2020 in Fisco

Sono 760 le aziende esaminate dagli esperti della Banca Mondiale dall’ottobre 2018 all’autunno 2019: un anno di questionari e di domande trasmesse a centinaia di imprenditori e top manager. Obiettivo: ricostruire l’ambiente economico sul quale si sviluppa l’attività dell’azienda-Italia, individuare limiti, condizionamenti, criticità, ma anche elementi positivi. Il peso del fisco è uno dei fattori chiave che frenano le imprese italiane: aliquote troppo elevate e un eccesso di burocrazia in termini di obblighi e di adempimenti sono i principali ostacoli alla competitività e alla crescita dell’economia italiana.

Leggi news completa  

Regime forfetario: i dipendenti sopra-soglia possono accedervi?

21/01/2020 in Fisco

Dal 2020, l’applicazione del regime forfetario è preclusa se, nel 2019, sono stati percepiti redditi di lavoro dipendente o assimilati eccedenti l’importo di 30.000 euro. In base alla formulazione letterale della norma, quindi, la percezione nel 2019 di redditi di lavoro dipendente di ammontare superiore a 30.000 euro determinerebbe la fuoriuscita dal regime già dal 2020. Da più parti si attende che l’Agenzia delle Entrate posticipi al 2020 la valutazione dei nuovi limiti (con conseguenti effetti sulla decadenza dal regime dal 2021). Tuttavia, la stessa Agenzia (circolare n. 10/E/2016) ha già ritenuto tale limite immediatamente operativo. Solo un’eventuale, discordante interpretazione delle Entrate potrebbe allora aprire nel 2020 le porte del regime forfetario a dipendenti e pensionati sopra-soglia nel 2019.

Leggi news completa